Dimensione Carattere: A | A | A
Home   >   Approfondimenti
Data
Date
Date
Angolo_l_chiaro
Angolo_r_chiaro

Elementi correlati

Gastronomia

Articolo: I prodotti tipici
Tra storia e attualità >>>

Gastronomia cremonese

Itinerario: La gastronomia
La cucina cremonese sa sfruttare le molte risorse messe a ... >>>

Angolo_l_chiaroAngolo_r_chiaro

Territorio

Image_02

Un viaggio racchiude in sè una miriade di immagini di emozioni di odori e di sapori indimenticabili.

Angolo_l_chiaroAngolo_r_chiaro

Comunica con noi


tel. 0372 406391
Angolo_l_chiaroAngolo_r_chiaro
HTML 4.01 Strict Valido!   CSS Valido!   Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4-2004, della verifica tecnica di accessibilita'.

I FORMAGGI

Formaggi
Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2018


Ben cinque formaggi prodotti nel Cremonese hanno ottenuto il riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta – DOP: grana padano, provolone valpadana, taleggio, qartirolo lombardo e gorgonzola, mentre per un sesto – il salva cremasco - è stata avviata l'istruttoria per ottenere tale riconoscimento. Il grana padano prende il nome dall'aspetto granuloso caratteristico della sua struttura. Antica la sua fama: nel 1477 Pantaleone da Confienza ne elogiava la bontà dovuta all'abilità dei casari, ai criteri di produzione e alla bontà dei pascoli: “perché si trovano sopra le riviere del Po, le quali producono quasi dappertutto erbe nutrienti, adatte al formaggio. Sono infatti pascoli speciali per il latte”.
La produzione industriale con il tempo si è estesa anche ad altri tipi artigianali di formaggio, come la crescenza, il mascarpone, la ricotta e il caprino di latte vaccino e di latte di capra che, a seconda delle modalità di preparazione del caglio, può essere a coagulazione lattica o a coagulazione presamica, che conferisce al primo un sapore più dolce ed al secondo un sapore più marcato. Particolarmente interessante è la storia del provolone, formaggio tipico dell'Italia meridionale prodotto sin dall' Ottocento a Cremona per l'abbondanza e la qualità del latte. Il provolone, dolce o piccante, è un formaggio a pasta semidura, ottenuto da latte vaccino intero, la cui produzione è ampiamente testimoniata dalla famosa inchiesta agraria del 1884 coordinata da Stefano Jacini.
ll salva cremasco - un formaggio stagionato a pasta compatta e bianchissima, dalla forma alta e squadrata con una crosta di colore scuro - è di sapore molto aromatico leggermente acidulo se giovane; se invecchiato acquista un inconfondibile sapore asciutto e un po' piccante.
Il salva cremasco nel modo classico si serve con le tighe (peperoncini verdi a forma di cornetto, "scottati" nell'aceto e quindi messi sott'olio), ma c'è chi preferisce abbinarlo a mostarda, cotognata, miele o al pipeto (una purea a base di verze, aglio e pan grattato).
Il panerone di Pandino è un formaggio dalla caratteristica occhiatura, ottenuto da latte vaccino freschissimo senza alcuna scrematura (quasi una panna e da qui il suo nome) e senza salatura sia nel processo produttivo sia nella stagionatura.


Itinerari
DA MONTEVERDI A VERDI

PROGETTO "DA MONTEVERDI A VERDI"
Valorizzazione e sostegno culturale e turistico dei territori

TURISMO SCOLASTICO_WEB

TURISMO SCOLASTICO
Benvenuti a Cremona!

CIRCUITO CITTA' D'ARTE

CIRCUITO CITTA' D'ARTE DELLA PIANURA PADANA
Le nove meraviglie della Pianura Padana!

Angolo_l_chiaroAngolo_r_chiaro

Crea il tuo viaggio

Image01

Crea il tuo viaggio
Un viaggio racchiude in sè una miriade di immagini di emozioni di odori e di sapori indimenticabili.

Angolo_l_chiaroAngolo_r_chiaro